Repetita iuvant

miur-logo

Il coordinamento Nazionale di Riconoscimento, insieme alle due associazioni di insegnanti di italiano per stranieri Apidis e Ilsa, ha inviato al MIUR, un ulteriore documento per porre alcune domande sullo stato delle fasi successive al concorso per la CDC A23 e sui futuri provvedimenti attinenti all’insegnamento dell’italiano L2.

Cogliamo l’occasione, inoltre, per sottolineare ancora una volta come la tabella dei requisiti per la CDC A23 non sia completa. Vi invitiamo a leggere il documento e dare il vostro supporto attraverso la sua diffusione.

per-blog-gentile-ministro-giannini_apidis_ilsa_riconoscimento_11novembre

Annunci

#CDCA23: OS pubblica una presunta nuova tabella A

OS è l’unico portale ad aver pubblicato -in data odierna- una nuova versione della Tabella A (pp. 18-19), ricordandoci che è provvisoria e che dovrà essere approvata in settimana. In realtà pare che prima dell’approvazione nel Consiglio dei Ministri, la riforma delle Cdc debba passare l’esame del neo-insidiato Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (questa notizia letta su Fb non ha trovato conferma, si vocifera si debba pronunciare entro il 27/1, con un parere non vincolante e che ritarderebbe ulteriormente la pubblicazione del bando).

Vi invitiamo a leggere questa ennesima tabella A, confrontandola con la versione precedente: i cambiamenti sono numerosi e complicano una situazione già ingarbugliata.

Alleghiamo anche la nostra più democratica e inclusiva controproposta elaborata con Ilsa e Apidis a settembre e tuttora valida alternativa, nonostante le indiscrezioni odierne.

 

#CDCA23: destinazione potenziamento

Come saprete il potenziamento viene sempre di più presentato come unica opzione possibile per la A23, nuova classe di concorso per la quale non esiste una cattedra vera e propria, vuoi per mancanza di tempo e organizzativa, vuoi perché l’iter e i tempi  per l’approvazione sono lunghissimi, vuoi perché di studenti alloglotti ce ne sono pochi, ma tocca chiamarli stranieri perché per legge così sono definiti e diventano numerosi in classe a tratti scomodi.

Il potenziamento è un “fenomeno nuovo”, voluto tanto dal Governo del fare, sancito dalla legge 107 e che -messo in atto a partire dal nuovo a.s. 2015/2016- dovrebbe permettere di implementare e migliorare l’offerta formativa su richiesta specifica delle scuole (e sembrerebbe che la maggior parte  delle richieste riguardino l’italiano per stranieri, ma che strano!): <<si parlava di migliaia di docenti che avrebbero consentito alle scuole di ridurre le supplenze e di attivare progetti didattici per migliorare la qualità dell’offerta formativa. C’era persino chi favoleggiava che l’organico sarebbe potuto servire per garantire il tempo pieno nella primaria e nella secondaria di primo grado. >> da Tecnica della Scuola (TDS).

Mentre però il concetto di “potenziamento” nella legge 107 è interpretabile come “ampliamento”, “miglioramento” e “valorizzazione” in ogni ambito disciplinare, per il quale <<l’istituzione scolastica effettua la programmazione triennale dell’offerta formativa >> (legge 107, Art 1. comma 2 e comma 14), nella realtà dei fatti la parola “potenziamento” sta assumendo un significato molto meno edificante rispetto alle lodevoli intenzioni con cui era stato pensato. Continua a leggere

Riconoscimento alla tavola rotonda di Apidis sabato 3/10/15

Post Apidis

Riconoscimento Nazionale parteciperà alla tavola rotonda organizzata da Apidis, a Bologna il 3 ottobre, in occasione dell’assemblea annuale.

Per l’occasione Riconoscimento sarà rappresentato da Laura Cambriani. Speriamo che la tavola rotonda sia un’occasione per conoscerci di persona, presso il Centro Civico Lame “Lino Borgatti” (sala ‘Piazza’ – piano terra), via Marco Polo 51 (Quartiere Navile) dalle ore 9 alle ore 13.

L’incontro ha lo scopo di promuovere un dibattito pubblico sul ruolo sociale e il riconoscimento professionale dell’insegnante di italiano a stranieri. L’insegnante di italiano a stranieri lavora in vari contesti: come esperto esterno nella scuola e nei CPIA, come ‘formatore’ o CEL nelle università, ma anche come ‘facilitatore linguistico’ nel terzo settore (associazioni, cooperative sociali) e infine nelle scuole private. E’ necessaria quindi una sintesi delle competenze che definiscono il profilo professionale dell’insegnante di italiano a stranieri: quali titoli accademici, titoli culturali e titoli di servizio lo identificano?

 N. B. La partecipazione all’incontro è gratuita, ma è necessario prenotarsi scrivendo una mail con il proprio nome e cognome all’indirizzo presidente@apidis.it le iscrizioni saranno accettate fino alla capienza della sala che ospita l’incontro (100 posti).

Altre info sugli interventi di apertura, tavola rotonda e su come raggiungere il Centro Civico Invito e programma incontro APIDIS_3 ottobre 2015.

#CDCA23: incontro con il Miur e la Senatrice Petraglia

Screen Shot 2015-09-18 at 12.37.28 AM

Inizieremmo questo post chiarendo che non c’è Riconoscimento Nazionale, né Apidis né tantomeno Ilsa, dietro l’iniziativa dell’interrogazione parlamentare della Senatrice Petraglia. Come ben sapete -e come dimostrano i requisiti- il nostro intento è quello di ampliare la platea d’accesso al concorso, senza prediligere una categoria professionale rispetto alle altre, per non aumentare una frammentarietà che già ci contraddistingue e complica la vita.

La notizia dell’interrogazione è apparsa anche sul profilo Fb della Senatrice, sul quale ho postato un commento, chiedendo, dato il suo interesse e conoscenze, di iniziare uno scambio sul tema. Mentre aspettiamo fiduciosamente una risposta, vi chiediamo si andare e cliccare “mi piace”. Magari l’alto numero di click riesce ad attrarre la sua attenzione. Continua a leggere