#CDCA23: Audizione in Senato (16/02/2017)

Siamo felici di aggiornare il blog con una bella notizia: ieri, giovedì 16 gennaio, Riconoscimento Nazionale è stato ricevuto dal Senato per un’audizione sul decreto 383 sulle scuole italiane all’estero.

Condividiamo il video dell’audizione al Senato, 7° Commissione Cultura. L’intervento di Ri.N.P.it è al minuto 00:44 e di nuovo, in risposta ad una domanda della Senatrice Montevecchi, che voleva tornare sulla questione della formazione, torniamo a rispondere intorno a 1:39:15.

Ne abbiamo approfittato non solamente per commentare in modo puntiglioso il decreto nei punti più fallaci inerenti la Selezione (Art. 18), Servizio Civile e Tirocini (Art.33), l’Innovazione Digitale (Art. 35), la Formazione del personale da inviare all’estero (Art. 14), nonché la Valutazione (Art. 15), ma anche per ribadire l’incoerenza e ingiustizia della A23, ribadendo i punti centrali della “norma transitoria”, controproposta elaborata dal confronto con Apidis e Ilsa.

Cogliamo l’occasione per ringraziare Dorella Giardini, che ci permesso di utilizzare il suo  articolo che, però, abbiamo dovuto adattare allo scopo ultimo dell’audizione, Nadia Gatto che ci ha accompagnato e sostenuto e Apidis che tempestivamente ci ha fornito uno spunto circa la formazione degli insegnanti di italiano per stranieri.

Per ora condividiamo la versione intera delle due sessioni di audizioni tenutesi  ieri, presto un video più facilmente consultabile del nostro intervento.

Condividete il video!

MAI PIÙ INVISIBILI

#CDCA23: pare che… il bando sia vicino (e la nostra fine pure)

Screen Shot 2015-08-12 at 9.49.39 PM

Si accavallano e sovrappongono link sul concorso 2016, ma quello che circola sulla A23 non è proprio rassicurante.

Le segueti notizie non sono elencate cronologicamente, ma i link permetteranno di approfondire i contenuti.

Intanto ricordiamo che il bando di concorso non è stato ancora pubblicato, quindi nonostante tutto quello che pubblicheremo, è la Tabella A di settembre ad essere ancora valida per i titoli di accesso (ahinoi). Quando è stato possibile, abbiamo scelto articoli pubblicati da giornali o riviste non tecnici, per capire un po’ le notizie che circolano tra i profani.

Pare che per la A23 siano disponibili 500 posti, destinati non è ancora chiaro a chi. Continua a leggere

#CDCA23: qualcosa si muove alla Camera

In questi giorni è ripresa la discussione sulle nuove classi di concorso alla Camera e al Senato.

Nelle settimane passate si è espresso il Consiglio di Stato con un parere positivo in cui riconosce la necessità di rinnovare l’accesso al concorso sia per regolarizzare alcune cattedre create con la riforma Gelmini (licei musicali e coreutici), sia per adeguare i requisiti di accesso con i vigenti ordinamenti universitari. Il parere positivo è accompagnato da una riserva sia sui criteri degli accorpamenti, poiché non è chiaro il percorso che li ha determinati, sia sui crediti da recuperare nel caso delle lauree che costituiscono titolo d’accesso.

Il CUN, Comitato Universitario Nazionale, dà più che altro delle raccomandazioni relativamente ai requisiti d’accesso, che dovrebbero essere quanto più rappresentativi dei percorsi universitari dei futuri candidati, soprattutto nel caso degli accorpamenti tra classi di concorso, per permettere che l’accesso sia riservato a insegnanti con le giuste conoscenze disciplinari.

In Parlamento, come già affermato, è ripresa la discussione delle nuove CDC, in vista della pubblicazione del bando del Concorso 2016. C’è da sottolineare che il parere del Parlamento è puramente indicativo, non vincolante per il Miur, le cui decisioni in materia sono insindacabili; infatti le nuove CDC sono state create senza previe consultazioni, per espresso volere della Ministra Giannini. Questa mancanza di tempo, questa urgenza nel dover esprimere un parere che rischia di rimanere approssimativo e di portare all’approvazione forzata del provvedimento, si avverte in quasi tutti gli interventi, a partire dall’Onorevole Rocchi, relatrice dell’incontro del 10 novembre, data in cui sono riprese le discussioni alla Camera. Inoltre, mentre il Parlamento si esprime, il Miur è già alle prese con l’aggiornamento delle tabelle di accesso e con le prove da elaborare.

Continua a leggere

#CDCA23: incontro con il Miur e la Senatrice Petraglia

Screen Shot 2015-09-18 at 12.37.28 AM

Inizieremmo questo post chiarendo che non c’è Riconoscimento Nazionale, né Apidis né tantomeno Ilsa, dietro l’iniziativa dell’interrogazione parlamentare della Senatrice Petraglia. Come ben sapete -e come dimostrano i requisiti- il nostro intento è quello di ampliare la platea d’accesso al concorso, senza prediligere una categoria professionale rispetto alle altre, per non aumentare una frammentarietà che già ci contraddistingue e complica la vita.

La notizia dell’interrogazione è apparsa anche sul profilo Fb della Senatrice, sul quale ho postato un commento, chiedendo, dato il suo interesse e conoscenze, di iniziare uno scambio sul tema. Mentre aspettiamo fiduciosamente una risposta, vi chiediamo si andare e cliccare “mi piace”. Magari l’alto numero di click riesce ad attrarre la sua attenzione. Continua a leggere

Lettera ai Senatori per la CDC in Italiano L2/LS

Screen Shot 2015-06-18 at 4.41.21 PM

Ci siamo!

Finalmente Riconoscimento ha spedito la lettera con cui sollecitava i Senatori della Repubblica Italiana ad impegnarsi per l’istituzione della classe di concorso in Italiano L2/LS. Un’email individuale è stata spedita alla Ministra Giannini, con cui un paio di anni fa aveva avuto uno scambio a proposito della CDC,  poi interrottosi.

Il DDL S. 1934 in discussione in questi giorni offre ancora un margine di negoziazione, per cui speriamo che possa essere riconsiderata questa opzione.

Vi inoltriamo il testo, che sta facendo capolino nei social, con la richiesta di contattarci a riconoscimentol2ls@gmail.com prima di farla girare ulteriormente. E’ un momento delicato nel quale abbiamo la necessità di tenere sotto controllo l’utilizzo e gli esiti di questa lettera. Quindi, se avete contatti a cui inviarla, scriveteci che decidiamo come agire.

Grazie,

RicoAmbra

_ _ _

Gentile Senatore, Gentile Senatrice,

siamo insegnanti di italiano per stranieri e abbiamo deciso di scriverLe questa lettera per porre alla Sua attenzione la situazione nella quale ci troviamo da tempo, nonché per sollecitare un Suo tempestivo intervento.

Continua a leggere